martedì 5 luglio 2011

Summertime, and the livin' is easy

Seavessi è una persona che affronta le novità e i cambiamenti con spirito proattivo e grande apertura mentale.

A gennaio era già agitata perché ancora non si sapeva se ci sarebbe stato un qualche tipo di centro estivo, e non dormiva la notte pensando a come superare l’immensa estate con la coperta troppo corta delle ferie sue e di MaritoNP.

Quando, ora di maggio, qualcuno le ha detto che sì, in effetti ci sarebbe stato il centro estivo, Seavessi ha tirato un epico sospirone di sollievo, e immediatamente ha cominciato a preoccuparsi per i seguenti motivi:


  • Oh povera bimba mia disgraziata, costretta ad andare al centro estivo quando io alla sua età mi annoiavo serenamente per tutta l’estate con la nonna, ahimè la società moderna  e le vacanze lunghe in modo assurdo, ahi serva Italia di dolore ostello, terra di centri estivi e di ferie corte.
  • l’Infanta è la più piccola della materna, me la prenderanno lo stesso? E’ vero che il centro estivo è anche per i bambini della materna, ma se si accorgono che ha appena compiuto tre anni secondo me non la prendono. Oddio, arriveremo lì quella mattina e ci prenderanno a male parole e ci rimanderanno a casa dicendo che abbiamo barato, e ahimè come faremo.
  • Portano i bambini in piscina. Ohmy, la piscina. Ma chi guarderà l’Infanta che non si butti nella piscina grande? Chi le asciugherà i capelli? No perchè lei ha i capelli lunghi, sapranno come fare con una bambina con i capelli lunghi? Oh che madre degenere che sono che le tengo i capelli lunghi e la mando al centro estivo che la portano in piscina. E se le mandassi dietro ZiaBella col phon?
  • Seavessi mi congratulo con te, sei un genio del male. Ziabella in trench e occhiali da sole, alla il mio nome è Bella, Zia Bella, può benissimo mimetizzarsi nel bar della piscina e tenere d’occhio Infanta  e cucuzzaro del centro estivo.
  • Ciao sei tu l’educatrice? No? Fai quinta elementare? Scusa qual è l’educatrice? Come quella con gli occhiali, quella al massimo farà terza elementare. Ah, buongiorno Signora Educatrice, dicevo giusto qui alla bimba com’è ben organizzato il centro, e scusi non mi farebbe vedere la carta d’identità? No? Quella è la porta? Ah ecco vado. No, eh, vado. Scusi.
  • Come sarebbe pranzo al sacco? Cosa le metto nel pranzo al sacco? Come pane e nutella va benissimo? No capiamoci qui sono tre anni che chiunque mi sfrantuma le pall sottolinea l’importanza dell’apporto proteico le porzioni di frutta e verdura i broccoli come base della civiltà occidentale e le devo dare pane e nutella? Ah magari anche il fruttolo. Oooooooooooooooooook. Vaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa bene.

Quanto sopra per raccontarvi la leggerezza e la giocondità spirituale con cui Seavessi ha affrontato l’avventura.

Ieri a cena, Seavessi casa, interno sera.

Seavessi _Infanta domani vengo a prenderti io, sei contenta? Usciamo presto e stiamo un po’ insieme!

Infanta _ no mamma pel favole vieni più taldi che io voglio fale melenda coi miei amici.

16 commenti:

la tina ha detto...

ecco un esempio fuglido di bambina che ha capito 1 sacco di cose. mamma = apprensione e fiatosulcollo, amicini = divertimento e sguardi languidi ai possibili nuovi innamorati.
eeeeh, cara la mia gioia. io c'ero arrivata un po' dopo ;) ma si sa che l'infanta è sveglia.....

Anonimo ha detto...

mamma lasciala stare tra i CIOVANI. tu non puoi capire.


gi

Micaela ha detto...

tiè, beccate questa!

Trasparelena ha detto...

dove devo firmare per avere una bambina che mi dice "vieni più tardi a prendermi"? dove? dove?
tipregotipregotiprego dimmi come si fa!!!
:-D

Trasparelena ha detto...

dove devo firmare per avere una bambina che mi dice "vieni più tardi a prendermi"? dove? dove?
tipregotipregotiprego dimmi come si fa!!!
:-D

Seavessi ha detto...

@tina io NON SONO APPRENSIVA. Cosa te lo fa pensare? eh? eh?

@Gì mi sa che capisco fin troppo. ormai sono ... ehm, diversamente ciovane.

@Mic infatti 1 a 0 e palla al centro!

@Elena le ha anche lei eh le crisi di mammite... la sera poi mi fa mamma io oggi piangevo perché volevo te. Sì stella mia, ti credo, come no.

serenamanontroppo ha detto...

Mi riconosco in molti pensieri,ma non è apprensione, è solo prendersi moooolto a cuore le faccende infantesche ;)

erounabravamamma ha detto...

lo spirito con cui affronti le cose è troppo fico. massimo rispetto.

sfollicolatamente ha detto...

Io invece ho sempre pensato con grande rammarico al fatto che la mia mamma non mi abbia mai mandata al centro ricreativo.
Perche' certo, se mi ci avesse mandata, ora si che sarei un essere sociale, inserito nella comunita', autosufficiente, e con un curriculum che spacca (vedi fare l'animatrice).
E invece no, per colpa di tutte quelle vacanze con i miei all'estero, e in vari posti tropicali da sogno, ora mi ritrovo ad essere una mentecatta viziata bisognosa.
Vedi come gira la faccenda?
;-)

bussola ha detto...

ahahahah troppo forte l'Infanta....

Seavessi ha detto...

@serena ecco, diccelo tu alla tina che non sono ancora da ricovero coatto!

@bravamamma sissì. infatti sto strologando con gli orari della piscina per capire se riuscirò mai a portare a nuoto tutti e due i pupi. argh!

@sfolly ah ecco :lol:

@bussola sì è un bell'elemento :-)

Semplicemente Mamma ha detto...

che donna la tua piccola....ha capito tutto della vita!!!!!!

Trasparelena ha detto...

@seavessi: la mia me l'hanno strappata urlante dalla gamba tutte le mattine pure quest'anno di asilo che era il secondo. Argh

kriegio ha detto...

Ecco, appunto!
Tante seghe mentali e poi... la mia Superdonnina è partita per i campi estivi per 1 settimana con l'oratorio. C'è già andata l'anno scorso e al ritorno bellamente aveva sentenziato "Non mi siete mancati per niente!"
E grazie!

Mamy ha detto...

Come volevasi dimostrare...noi ci facciamo 8000 seghe mentali e loro, manco mezza...anche a me succede sempre così!!!

A Prova di Mamma ha detto...

se becco quello che ha trapiantato i broccoli nell'orto di madre natura lo prendo a barattolate di nutella in testa.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...