lunedì 3 giugno 2013

Wannabies

Seavessi ha da giorni un abbozzo, schizzo, pezzo, spruzzo di racconto che le gira in testa. Un earworm che neanche In my place dei Coldplay

(anzi visto che Seavessi è grama insaid beccatevela qui e canticchiatela per i prossimi due mesi)


Dicevamo, Seavessi ha in mente questo inizio, sfizio, precipizio di racconto. Che le piace.
Ma.

Non lo scrive.

Perché ha paura che poi non le piaccia più.

Come il vestito che sta benissimo in vetrina ma lo guardi e giassai che addosso a te avrà l'aria improbabile.

Quindi.

Seavessi non scrive perché ha paura che arrivi una commessa dall'aria scocciata col cicles in bocca e le dica mah, boh, forse una taglia in più, commessa naturalmente mentale e autoprodotta da Seavessi grattugiando insicurezza come si grattugia la saponetta per fare il sapone autoprodotto, che a me personalmente fa tanto acqua liofilizzata, aggiungere acqua per ottenere acqua, ma Seavessi diffida dei saponi autoprodotti, preferisce autoprodurre le fragole e l'erba cipollina, che maledetta, NON CRESCE, adesso mo te lo do io il concime chimico, dovessi inquinare anche le falde acquifere neozelandesi TU CRESCERAI, MALEDETTA ERBA CIPOLLINA!

(avevamo già parlato della leggera tendenza di Seavessi a divagare? No? perché secondo me un filo si nota, sì guarda proprio qui, vedi che fa la piega?)

Dicevamo, 

Seavessi non scrive per paura della commessa.

Su Wikipedia alla voce wannabe, c'è la foto di Seavessi. 

Voi cosa wannabe vorreste?









DLIN DLON annuncio di servizio. Qui a destra trovate il link non più al profilo fb di Seavessi, ma alla pagina fb del blog; ringraziate la Lucy, che mi ha fatto notare che magari non a tutti i lettori fa piacere che io mi faccia i fatti loro, ma magari seguirebbero volentieri la pagina. Essa pagina è in fieri, come pure il blog, avrete notato una certa inquietudine cromatica. Non mi piace più molto l'estetica, aspettatevi un po' di prove e riprove. Se avete suggerimenti potete... POSTARLI SULLA PAGINA FB! Che così iniziamo a usarla e vediamo cosa farci!
Grazie per la pazienza,
Seavessi.

12 commenti:

Vorreiesseremamma ha detto...

a me piace molto come divaghi!!! e anche la tua commessa immaginaria, che passa spesso da me, tienitela a casa tua!!!!!!

Moky ha detto...

ma sai che con questo divagare non ho capito una beneemerita mazza??
Devi scrivere un libro o devi compararti un vestito ma la commessa ti rompe...
Oddio son confusa, ma è colpa mia te l'assicuro..
;)

Trasparelena ha detto...

ecco, se forse io avessi un po' più paura della commessa sarebbe meglio

e cmque fallo, Seavessi, fallo!

...ma la notte no! ha detto...

se ti consola....io c'ho un generale in testa... che poi mi mette pure in consegna perchè non sono stata all'altezza della situazione!!!

mammadisera ha detto...

Buttati in quella storia, e fregatene della commessa immaginaria.
lo sfondo verde con le foglie: ni. aspetto sfondi nuovi....

Serena Semplicemente ha detto...

Non ti è mai capitato di vedere in giro persone abbigliate in modo tale da farti pensare: 'se lei osa andare in giro vestita così, perché mi faccio tanti problemi io??'...ecco, fregatene della commessa...e scrivi!
Sarò tra i molti che saranno felici di leggere il tuo racconto.
Ciao,
Serena

Marix ha detto...

Il mio wannabe del momento è mandare a fan.... il mio capo. Ma non se po'...
Se il mio wannabe del momento fosse postare un racconto... lo posterei. Punto. Perché si scrive per essere letti.

Mammachetesta ha detto...

Scrivi altrimenti io wannabe darti mazzate.
Detto questo :-D io wannaberei...dire al mio capo (e a mio marito) quanto mi faccia schifo fare il mio lavoro e che mi licenzio.
Perché mi viene da vomitare ogni volta che arrivo davanti alla porta del palazzo.

Anonimo ha detto...

> Perché mi viene da vomitare ogni volta che arrivo davanti alla porta del palazzo

anche io l'ho vissuto.
poi la gravidanza esaurimento depressione rientro al lavoro hanno un po ridimensionato.
non mi andava lo stesso ma ho cambiato le priorita'.
anche il part time ha aiutato :)
e poi vuoi mettere avere uno spazio diverso dallo stare solo a casa sola con la bimba.

e ora che sono daoradapoco appena (stata) licenziata.. ecco magari pensaci su un po PRIMA.
che di interessi e progetti ne avevo tantissimi e ho finalmente tempo e spazio.
ma poi non si sa come... rimango impantanata
(anche qui, ora che ho scoperto seavessi su gc)

silvia

la staccata ha detto...

Te lo dico contro il mio interesse: scrivi, alla faccia delle commesse, e ci farai tutte secche :-D

mammaparallela ha detto...

Hey, guarda che se scrivi e poi, che ne so... scappa pure un libricino (che di stoffa tu ne hai, ragazza, alla faccia della commessa!)... guarda che mi metto in fila per l‘autografo, eh? Oppure lo metto su cd e mi firmi quello!!
Il mio wannabe è quello di illustrare una storia per bambini, uno di quei libriccini per l‘infanzia... Intanto lo faccio per le mie bimbe nello scarsissimo tempo libero ma... con le idee ho riempito un intero scaffale...
Dai Seavessi, dai!!

Anonimo ha detto...

Qualcuno si ricorda dal catechismo che si faceva da bambini la parabola dei talenti? Chi li ha (ed è fortunato/a ad avere scoperto quali sono) LI USI!!! Alla faccia di quelli che spacciano sardine per balene! Chi ha orecchie per intendere intenda.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...