martedì 19 giugno 2012

Di nuovo? Sì, di nuovo.

Quando si comincia a scrivere un blog, solitamente si tratta di qualcosa di molto simile a un diario privato. Salvo rare eccezioni, lo leggono in pochi se non nessuno, e ci si sente molto liberi di scrivere qualunque cosa ci passi per la testa.
Inevitabilmente, più passa il tempo, più si aggiunge qualche lettore, più la scrittura diventa qualcosa di condiviso, e questo è bellissimo ma un pochino meno libero, perché ci si chiede beh, non sarò troppo lagnosa, o sdolcinata, o cinica, questo argomento che mi ossessiona un po' non l'avrò già affrontato troppe volte, insomma chi legge è presente al momento in cui si diteggia sulla tastiera, non meno di chi scrive.
Ma oggi Seavessi ha bisogno di fare un uso del tutto personale e autoterapeutico (?) del blog, e si scusa con chi lo trovasse noioso, ma sono gli inconvenienti di un modo di esprimersi così nevroticamente oscillante fra pubblico e privato.

Per cui beccatevi l'ennesimo elenco di cose per cui vale la pena vivere, e chi non ci sta peste lo colga.

1- nuotare. In piscina, ma in mare è meglio, Stare il più a lungo possibile con la testa sotto e poi respirare a pieni polmoni.

2- la tua squadra (le tue squadre) che per un curioso accidente del caso riescono nello stesso anno a combinare qualcosa di buono. Sì, lo so, e tu stai a gioire per il calcio con il paese che va a puttane lo spread la Merkel e la Grecia. Questa cosa non la capirò mai. Se invece di gioire per il Toro e la Pro me ne sto mutanghera a riflettere sul Sole 24 Ore, lo spread cala? La Merkel diventa Babbo Natale? Mi sa di no, quindi gioisco.

3-mettere alle bambine i vestiti estivi, quelli allegri, colorati, che si stirano in un attimo (e dite poco...)

4- le ginocchia rovinate dell'Infanta, secondo Seavessi indubbio sintomo di bimba felice.

5- il gelato alla fragola.

6- i Queen a palla.

7- Riflettere con impegno degno appunto di spread merkel ecc sul fatto di tagliare/tingere/fare qualcosa ai capelli.

8- l'aria fresca che viene su la sera, giusto in tempo per quando si va a letto.

9- la faccia felice di ZiaBella che va in vacanza.

10- il marito che ti posta il caffè mentre scrivi un post, seduta al tavolo sotto il porticato.




PS CERCASI LUDOVICA DISPERATAMENTE!!! Dov'è finita la vincitrice del contest??? Ludovica fatti viva!!!

17 commenti:

Micaela ha detto...

e da quando i vestitini estivi delle bimbe si stirano!??!
;)

Anonimo ha detto...

andare a new york a che numero lo metti?


gi

Seavessi ha detto...

Mic, giusto :-) stiro solo quelli coi volant!!!

Gì, bagnati le mani... a me andare a new york proprio non mi ispira (non amo le metropoli). Potrei uccidere per Frisco o New Orleans, quello sì :-)

Seavessi ha detto...

Mic, giusto :-) stiro solo quelli coi volant!!!

Gì, bagnati le mani... a me andare a new york proprio non mi ispira (non amo le metropoli). Potrei uccidere per Frisco o New Orleans, quello sì :-)

Anonimo ha detto...

new orleans anche no.... c'è ancora odore di morte per strada.
san francisco.... chetelodicoaffare.....
tutti i giorni guardo i leoni marini sulla webcam e sogno di stendermi appresso a loro a prendere il sole. tanto la stazza è quella...


gi
ps stiri i vestitini? ah?

kikka ha detto...

a me i blog/diario piacciono moltissimo! .-)

A Prova di Mamma ha detto...

sto seriamente pensando di fare un viaggio. Un viaggio che mi merito, che ho voglia di fare da tanto e che so che se aspetto troppo a fare poi non potrò più fare di nuovo per tanto tanto tempo. Questo viaggio tocca alcune tappe importanti, e una di queste è la seavessi casa (previo permesso di visita da parte della padrona, ovviamente. E lucidatura degli qquali).
Ora, le cose sono due: o io sono diventata veramente una stalker maniaca, oppure questo blog è qualcosa di più di un (come l'hai chiamato?) noioso elenco di cose che ossessionano e che sono già state affrontate troppe volte.

Ecco, così, tanto perchè tu lo sappia.

BiancaneveRossa ha detto...

Ma al punto 1 presumi di uscire dall'acqua prima di respirare a pieni polmoni oppure è una lettera denuncia di suicidio imminente?
Al punto 7 ci sto dentro con tutte le scarpe...

giliola ha detto...

A parte il gelato alla fragola (sono allergica alle fragole) e i vestitini delle bimbe (io ho avuto un maschio), i capelli ( a cui ho già fatto di tutto e di più)... dai, nonostante possa essere tua mamma, sono in linea con questa lista........ non so che darei per vedere mio marito che mi porta il caffè sotto il porticato!!!!!!!

PdC ha detto...

1-4-6-8 forever.
anch'io voglio che mi portino il caffè!!!

La ragazza di Bottega ha detto...

Adoro le liste, gli elenchi. Spero un giorno di poterne fare uno così. Nel frattempo... leggo i tuoi!

mammaFrancy ha detto...

non male... quasi quasi oggi posto anch'io la mia lista se trovo il tempo... io a NY cmq una capatina ce la farei... magari passando da Miami e S. Francisco...

Nicoletta Cossa ha detto...

concordo x la pro e il toro, teniamo x le stesse squadre! concordo anche sul resto. il gelato però alla pesca.

SuSter ha detto...

Non credo che lo Spread riuscirà mai a influenzare la nostra motivazionalità di essere al mondo! (E per fortuna, direi... Ti immagini: "Oh, noooooo! Lo Spread è ancora calato! Che vita triste! Che senso ha ormai continuare così?") ;D

ElizabethB ha detto...

Beh, come sai concordo sul toro e la pro, ma come potrei non concordare anche sul resto? le ginocchia della Ballerina sono ancora intonse, ma credo sia questione di poco!

Cenerella ha detto...

Condivido in pieno, un bambino senza ginocchia sbucciate non può essere un bambino felice. Buona estate.

sfollicolatamente ha detto...

Ciao Seavessi, ho visto questo link su Fb, non l'ho ancora letto per bene, ma ho pensato a te:
http://www.economist.com/node/21557294

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...