lunedì 29 agosto 2011

Riordinare i cassetti

Fino al trasloco, cioè un po' più di un anno fa, Seavessi aveva idee piuttosto adolescenziali riguardo ai ricordi, agli oggetti che era indispensabile conservare perché altrimenti una particolare giornata, o sensazione, sarebbe andata perduta nel tempo come lacrime nella pioggia (sì, ricomincio con le citazioni ma per evitare figure da cioccolataia non scrivo di chi sono).

Dal trasloco in poi, Seavessi ha acquisito il gusto delle superfici sgombre e delle stanze semivuote, e così mentre i suoi coinquilini erano a prendere il fresco in montagna s'è data senza ritegno al voluttuoso passatempo di scegliere un cassetto a caso, svuotarlo brutalmente sul tavolo di cucina e buttare l'80% del contenuto, sentendosi infinitamente soddisfatta e appagata davanti al cumulo di rumenta eliminato.

Oltretutto si avvicina l'autunno, tempo di nuovi inizi e buoni propositi (altro che gennaio), e Seavessi cerca di riordinare anche qualche cassetto mentale.
Stamattina, sgusciando clandestina fuori di casa mentre MaritoNP e l'Infanta (finalmente tornati all'ovile) erano ancora nel primo sonno, Seavessi cercava di dirimere una questione così stupida che da tre anni le avvelena le estati. In effetti Seavessi è bravissima a farsi avvelenare la vita da problemi idioti.

Le Vacanze.

Non è mica normale sentirsi così sollevati perché sono finite, eppure Seavessi al solo pensiero che queste sono le ultime valigie che svuoterà si sente meglio. 



Seavessi stamattina ascoltando Un gelato al limon in macchina ha avuto l'illuminazione che forse in parte il motivo di questa disaffezione è che da quando è nata l'Infanta non ha più fatto una vacanza, anche solo di una settimana alla Pensione MariaLuisa a BorgoSfigato, ma vacanza in un posto nuovo, in una squallidissima pensioncina magari, ma in cui non ci fosse da preoccuparsi di spesa pranzo cena e riordino.

Per carità, è vero, è lamentarsi del brodo grasso. Ma è anche un problema di priorità. Seavessi ha notato famiglie amiche, più o meno con lo stesso reddito e le stesse idiosincrasie della sua, che però alla vacanza non rinunciano.

Per un momento Seavessi ha fatto ciò che le viene più naturale, cioè ha dato la colpa a MaritoNP, che ogni anno dice _eeeeh l'anno prossimo però facciamo almeno una settimana via, e ogni anno quando è ora di informarsi e prenotare si dilegua come nebbia al sole.

Poi però Seavessi ha realizzato che con tutto quello che riesce a infilare nel tempo libero che non ha la ricerca della Pensione MariaLuisa a BorgoSfigato sarebbe stata uno scherzo. La realtà è che Seavessi è stata nuovamente bloccata dalla subdola, orrida Vocina.

Vocina che ogni anno le sibila all'orecchio _eeeehhhhh ma sei vizzzzziata.... vai a spendere ssssoldi per una cosa futileeeeehhh.... quando potresti metterli via per le emergenze non so cadesssssse un meteorite sul garageeeee...  ssssussù metti via quel catalogo.... in vacanzzzzza ci puoi andare un'altra volta.... magari dopo che l'Infanta s'è laureata che mari tocca pagarle l'Erasmusssssss.... metti via....

Seavessi ha però il fondato dubbio che dopo la laurea dell'Infanta ci saranno sempre e comunque altre priorità, altre possibili e improbabili emergenze a cui sacrificare le vacanze, per dire, ma più genericamente l'estetista, la ricostruzione delle unghie, la domenica fuori, la cena con MaritoNP, quel vestito così carino ma ahimè ci va un mezzo stipendio.

Seavessi crede che, senza promettere (permettere) a se stessa colpi di testa che non sono nella sua tavolozza, sia ora di ridefinire un attimo il suo rapporto con la (presunta) futilità.

E magari di andare a farsi una piega, che non fa male.

9 commenti:

giliola ha detto...

Ecco, io quando devo partire per le vacanze mi faccio prendere da un sacco di paturnie, se fosse per me non me ne andrei mai, e perchè papi o mammà potrebbero stare male in mia assenza e mia sorella non riuscire a cavarsela da sola (è già successo e sono dovuta tornare di corsa con il primo aereo dalla Sicilia), il cane potrebbe soffrire di nostalgia e smettere di mangiare (succede sempre!!!) la Creatura potrebbe avere qualche catastrofico incidente in auto (è già successo), la casa potrebbe implodere su se stessa e crollare miseramente ( ancora non è successo, ma per il calcolo delle probabilità, sono sicura che alla prossima vacanza succederà), in più quando me ne vado, in ufficio il lavoro si accumula e quando torno mi tocca fare gli straordinari per smaltirlo....... insomma, alla fine del discorso, ti capisco perfettamente, le vacanze sono roba per gli incoscenti che non pensano alle conseguenze del loro agire!!!!!!!!

Trasparelena ha detto...

ecco, io magari rinuncio al parrucchiere, sicuramente al vestito da mezzo stipendio ma alla vacanza giammai (anche perchè non potrei ovviare con case di famiglia in liguria o a vallepiovosa, quindi dovrei stare proprio a casa).
E comunque vuoi mettere l'albergo? Vuoi mettere svegliarti la mattina e pensare solo a come vestirti e a come vestire l'Infanta? Irrinunciabile!!

Amammuzza ha detto...

Prenota molto tempo prima, cosi' non potrai tirarti indietro!
Dopo qualche giorno che avevo prenotato il biglietto per Londra mi si e' guastata la macchina, se fosse successo prima sicuramente non avrei prenotato (che gia' era per me una pazzia...). Ogni anno per me e' lo stesso, una rinuncia per le priorita', quest'anno e' stata una vera vacanza per me. Te la auguro di cuore.

la tina ha detto...

la citazione è di blade runner :D
o forse è un Uinnipù particolarmente ispirato...

vabbè, a parte ciò, brutte paturnie, manda via le paturnie. certo se per una volta rinunci al binomio mare-liguria/montagna-vallepiovosa è una figata!!! trova uno di quei posti adatti ai pupi e goditi qualche giorno a fare la sciura... sai come torni felice & splendente?

Fabi ha detto...

Io per ovviare il problema mi sono ricreata l'occasione: per i 10 anni di matrimonio torneremo in crociera...mi mancano ancora tre anni ma in fondo passano in fretta!!!! Besos

Emily ha detto...

Anche io mi sento in colpa quando penso alle vacanze.. allora ho ideato un modo. cerco le offerte su internet... per esempio su groupon.it
con pochissimi soldi ci siamo fatti una settimana in trentino...

Seavessi ha detto...

@giliola ecco, io mi intorcino in questi pensieri come un centrino all'uncinetto... poi va a finire che non mi godo mai niente. Devo un po' cambiare registro.

@elena sai che me lo sogno di notte? Davvero, per qualche giorno avere solo da pensare a stare insieme, sarebbe bellissimo.

@mammuzza, grazie cara :-D, ho bisogno di fare la pace con queste benedette priorità...

@tina brava, OVVIAMENTE la citazione è da "Uinnipù e il compleanno di Tigro".

@Fabi ma bella idea! mi piacciono i progetti ben pensati e a lunga scadenza!

@emily ecco, devo proprio cercare di capire sta cosa di groupon...

Trasparelena ha detto...

@Seavessi, fallo!!! fallo ora così vedi che è meraviglioso e poi lo fai anche se c'è Revolucion (sempre con il solito accento che non so dove si mette) minuscola!!

A Prova di Mamma ha detto...

io, madre snaturata ed orrifica, me ne sono andata in preda ai sensi di colpa (per i quali ho il patentino) con aprovadibabbo al mare, tre giorni, e SENZA pupattola. Mai letto tanto. Mai mangiato tanto (e buono). Mai fatto tanto... vabbè, lasciamo stare.
Guarda, non c'è bisogno di fare le vacanze al billionaire, basta prendersi tre giorni, anche a pochi km da casa senza perdere tempo in macchina. Poca spesa, massima resa. Prova.

PS - certo che la tua vocina è piuttosto Gollum-inquietante, neh.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...